Bride in Italy: 100% made with love Italian Weddings

martedì 27 novembre 2012 12:14

Nasce Bride in Italy


100% made with love Italian Weddings: solo matrimoni italiani.
Sposi italiani o stranieri che scelgono l'Italia e i professionisti italiani per il loro grande giorno.
Caratteristica fondamentale: che il matrimonio rispecchi la personalità della coppia ancor prima della tradizione o del galateo. E un altro requisito imprescindibile: solo foto di alto livello, tecnico, artistico e, soprattutto, umano.

Un altro blog sui matrimoni: ce n'era proprio bisogno?


Sì, e vi spiego perché.
Ho cominciato a occuparmi di fotografia di matrimoni nel 2008, insieme a mio marito. Abbiamo cercato, nel corso di questi quattro anni, un modo tutto nostro di raccontare il matrimonio, libero da stereotipi e regole troppo rigide, e ci siamo accorti che non siamo gli unici, in Italia, a lavorare in questo modo (per fortuna).

L'eterogeneo mondo della wedding photography in Italia
Al contrario, in Italia ci sono molti, bravissimi fotografi di matrimonio che interpretano il wedding day con uno stile unico e non stereotipato.

Ho avuto (e sto avendo) la fortuna di incontrare, virtualmente e non, tanti fotografi specializzati nel genere wedding, ciascuno speciale nel suo genere, sempre ben disposti alla condivisione di idee, risorse ed esperienze (e perché no, qualche volta anche di clientela): è sempre molto stimolante guardare come lavorano gli altri.
Come amo ripetere, in un lavoro con una forte componente creativa non si può parlare di concorrenza.

Qualcosa di "diverso"?
Quello che mi sento dire molto spesso (così come penso succeda a tanti altri) è:
"i vostri servizi fotografici sono diversi da quello che si vede in Italia"
dove dicendo "quello che si vede in Italia" ci si riferisce di solito a "quello che si vede nelle fiere di settore".

Ora, se da una parte mi fa piacere ricevere questo tipo di apprezzamento, dall'altra so che si fonda su un'inesattezza e mi rattrista che il lavoro di tanti bravi fotografi non sia ancora conosciuto e riconosciuto a livello nazionale.
{ Paradossalmente, è facile e frequente che a livello internazionale lo sia, eccome :) }

Più che rattristarmi, anzi, mi fa un po' rabbia :)

Le "solite" foto
D'altro canto, cominciano anche a darmi un po' fastidio i fotografi di matrimonio che sentono la necessità di pubblicizzarsi specificando che loro non fanno "le solite foto".
Chiariamo una cosa: "le solite foto" non esistono. C'era un genere fotografico matrimoniale che andava in voga decenni fa, per certi versi legato e limitato alla tecnologia dell'epoca, e che si è via via evoluto. Qualcuno è ancora fermo a quel genere ingessato, tradizionale, cheesy (il che va anche bene, perché ci sono probabilmente coppie che vogliono ancora "quello" stile).

Ma tanti altri no.

Quindi un fotografo che punta tutto sul "non le solite foto" sta ricorrendo all'ennesimo stereotipo inesatto, e dimostra di non conoscere molto a fondo il mercato fotografico nazionale: quanto meno, non si è guardato abbastanza intorno :)

Tutto quanto detto finora per i fotografi, vale per tutti gli altri operatori di settore. L'alternativa c'è, ma vive e prolifera in secondo piano rispetto alle fiere e agli eventi più vistosi.

Poco male, Internet è nostro amico.

Perché Bride in Italy


Bride in Italy nasce precisamente con questo intento: mostrare quanto di bello e vario offra il matrimonio "made in Italy".
E mostrarlo a tutti, sia ai potenziali clienti che agli addetti ai lavori.
Dalle location agli stili, dalle partecipazioni agli abiti, dal dettaglio fai-da-te all'allestimento di lusso, attraverso grandi fotografie di professionisti che raccontano il matrimonio con il loro stile e con il loro cuore: è una piattaforma finalizzata alla condivisione, all'informazione, al confronto tra fornitori e futuri sposi.
Credo che ci sia mercato per tutti, e che sia nell'interesse di tutti alimentare la condivisione.

Una doverosa precisazione


Bride in Italy non è il primo blog ad occuparsi esclusivamente di Italian Wedding: il primato in questo senso credo spetti a Bride Mania, blog d'ispirazione nato circa un anno fa.
Come detto sopra, non credo ci sia pericolo di "concorrenza" visto che il taglio sarà completamente diverso, prettamente fotografico, incentrato sulla comunicazione visiva.
D'altra parte, è il linguaggio che conosco meglio :)
firma
  1. Complimenti per l'iniziativa... sono felicissima che qualcuno ci abbia pensato.. un forte abbraccio e un grande in bocca al lupo

    RispondiElimina